10 Aprile 2019

CATEGORIA: Rubriche

IL GIARDINO DELLA VENTURA UN ANGOLO DI STORIA IN MEZZO AL DESIGN

La settimana del Fuori Salone, che si svolge proprio in questi giorni a Milano, è un occasione per tutti i creativi, e non solo, di riscoprire la città e i suoi segreti.

Oltre a incontrare artigiani e artisti che si impegnano a portare innovazione e ricchezza alla grande metropoli, abbiamo l’occasione di immergerci in spazi che solitamente non sono aperti al pubblico.

Mentre camminiamo tra negozi e stand dall’aspetto futuristico, vale la pena soffermarsi qualche momento a guardarsi intorno. Qua e là in mezzo alla folla potremmo trovarci di fronte a una villa dall’aspetto fiabesco. Il nome è Villa Borbelli, si trova in via Ventura 227, un vera e propria meraviglia alla periferia di Milano. All’interno dei suoi cancelli si trova il “Giardino della Ventura”, un luogo per riposare e leggere, ma anche per mangiare a uno degli street food che vengono ospitati al suo interno. Un’oasi di silenzio in cui ci si dimentica di essere circondati dalla città. La villa, in stile liberty, è stata costruita da Marco Borbelli a fine ‘800 adiacente alla fabbrica “Marco Borbelli Costruzioni Metalliche Spa”, che ha realizzato opere ardite e innovative nella lavorazione del ferro e dell’alluminio, tra cui anche componenti utilizzate dall’ASI (Agenzia Spaziale Italiana) per costruire razzi e sonde spaziali. All’interno della villa, in una stanza al secondo piano, si possono ammirare alcuni affresci originali, realizzati da Filippo Tommaso Marinetti, fondatore del movimento futurista italiano. Curiosando nelle stanze inoltre si trova anche la versione originale della celebre scultura di Umberto Boccioni, “Forme uniche della continuità nello spazio”, che viene raffigurata sul retro delle monete da 20 centesimi coniate in Italia.

1 commento

  1. Claudio Gasparini ha detto:

    Non sapevo dell’esistenza di questa villa nè della versione originale di “Forme uniche della continuità nello spazio” di Boccioni. E’ una rarità se è vera.
    Sarebbe interessante veder delle foto della villa e soprattutto di “Forme uniche”.
    Ci posso sperare?
    Grazie

Lascia un commento