10 Aprile 2019

CATEGORIA: Reportage

Reflection, elettrodomestici del futuro.

La risposta di Braun ai nuovi bisogni dei Millennials.

In questo confuso Fuorisalone 2019 la nostra redazione Mohole ci ha inviati in perlustrazione alla mostra Reflection. design driven by the future, in Via Oslavia 17 (Lambrate), promossa dal noto marchio Braun in associazione al Politecnico di Milano.

L’ aspettativa era quella di trovarci un bancale di rasoi affilatissimi e qualche barbiere pronto a spuntare i nostri peli facciali, ma una volta lì abbiamo scoperto una vera e propria rivoluzione nello stile di vita dei Millennials.

La mostra si apre con una selezione di prodotti storici della Braun, seguiti dai loro odierni fratelli. Ma è la sala successiva il fulcro della mostra: un gruppo di studenti del Politecnico di Milano, seguendo tre diversi temi eat, drink and dress, hanno concepito elettrodomestici che rispondono ai bisogni delle nuove generazioni, puntando un occhio all’ecosostenibilità e andando incontro a una società sempre più dinamica.

Fra i concept troviamo oggetti stravaganti dall’aspetto comune, ma con capacità straordinarie: da un estrattore di frutta che produce maschere facciali e succo, a un umidificatore che raccoglie l’umidità prodotta in bagno e la utilizza per lo scarico, e a un utensile in cui inserire cereali, frutta e altri ingredienti per produrre barrette.

Questi sono solo alcuni dei Concept incontrati, quelli che più ci hanno colpito sono un estrattore e un essiccatore di insetti. Questi due elettrodomestici oltre a rendere appetibili gli insetti e le larve, ne estraggono un olio utile come cosmetico o condimento.

Oltre a rispondere a una tendenza culinaria entrata in voga in Occidente negli ultimi anni, mangiare insetti potrebbe essere la soluzione a problemi come l’inquinamento e la fame.

Ci è stato spiegato che in 100 grammi di grilli, 20 di questi sono proteine e come le colture di questi richiedano molto meno spazio e risorse, ovvero pochi metri cubi contro ettari di terra occupati e colture intensive.

Potranno questi elettrodomestici portare una effettiva rivoluzione nella società dove l’uomo dovrà solo procurarsi le materie prime? Sarà in grado una casa di rispondere a tutti i bisogni dell’uomo?

Ma soprattutto potremmo farci una maschera facciale coi grilli?

Lascia un commento