12 Aprile 2019

CATEGORIA: Rubriche

Personaggi Misteriosi: Lambrate Rising

“Non fumo, grazie”

La giovane davanti a me fa spallucce e si infila nella borsetta il pacchetto di sigarette, poi mi lascia solo sulla terrazza. La osservo sgambettare fino all’ufficio, mi ammicca, ma la sua immagine si sovrappone al mio riflesso nella porta di vetro. Mi sistemo la cravatta e liscio i capelli all’indietro, poi mi volto a osservare il giardino vuoto, pieno di vasi giganti. Preferisco il gotico, come quello della mia villa, la scuola è troppo colorata per i miei gusti, ma gli artisti hanno bisogno di colore, immagino. Non lo so, nonsono un artista, apprezzo solo il nero e varie tonalità di grigio.

Comincia a piovere, e il sole sta calando dietro le nuvole. La scuola si staglia sotto di me con il suo aspetto industriale, una volta era una fabbrica di caffè, poi redazione di una rivista. Questo mondo ha bisogno di artisti, gente che pensi prima di agire, che abbia studiato abbastanza da comprendere la giustizia e il perdono. Per questo ho investito milioni sulla scuola.

Le luci di Lambrate crescono mentre scende il buio, sirene della polizia rompono la musica della fiera del Design. Milano non è la mia città, ma ho del tempo libero prima del volo per l’America.

Prima di saltare dalla terrazza e confondermi fra le tenebre lo sguardo mi cade su un piccolo gruppo di scrittori, intenti a giocare ai giornalisti nella loro redazione improvvisata. Se mi fossi affidato all’arte avrei reso fieri i miei genitori. Mia madre amava l’opera dopotutto, pace all’anima sua.

*A tua disposizione un racconto, un’illustrazione e un’impronta lasciata sul luogo dell’avvistamento. Cogli gli indizi e svela l’identità del personaggio misterioso.

Lascia un commento